Presentata al CREA la carta italiana del carbonio organico. Il Sud necessita di interventi urgenti.

È stata presentata nei giorni scorsi, al CREA – Centro di Ricerca Agricoltura e Ambiente, la carta italiana del carbonio organico, un documento che è anche importante strumento di lavoro per la conservazione del suolo.
I dati derivanti dallo studio fanno emergere per l’Italia, e per il Sud in particolar modo, una situazione delicata.
Anna Benedetti, ricercatore CREA del National Focal Point italiano GSP, ha sottolineato che la fertilità del suolo è influenzata dal quantitativo di sostanza organica presente e dalla sua biodiversità. E sotto questo aspetto, il nostro Paese è a rischio.

Eppure, proprio il suolo è una imprescindibile matrice identificativa del nostro made in Italy agroalimentare: è quanto ha affermato anche il presidente CREA Salvatore Parlato, ponendolo tra i principali obiettivi strategici del prossimo piano triennale di ricerca.

Si aggira all’1,5% la quantità di sostanza organica contenuta nei suoli destinati all’agricoltura e di questa, una parte viene potenzialmente persa ogni anno, se non debitamente reintegrata.
Una carta del carbonio organico del suolo diventa quindi strumento fondamentale per la pianificazione territoriale rivolta ad una gestione sostenibile dell’agricoltura.
Circa il 95% delle produzioni alimentari deriva dal suolo e oggi un terzo di esso risulta da moderatamente a molto degradato. I tempi per la formazione di 1 cm di suolo possono arrivare a 1000 anni.

La carta‎ del carbonio organico rappresenta una base da cui partire per la programmazione strategica degli interventi sul territorio in vista della PAC post-2010. Dai dati del documento emerge l’urgenza di attivare una serie di misure per salvaguardare la salute dei suoli e dell’agricoltura italiana, soprattutto al Sud.
Tra le prime, il recupero della sostanza organica in aree di agricoltura intensiva e monosuccessione, il contrasto all’erosione nelle aree appenniniche e acclivi e il contrasto alla desertificazione.

x

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata questo sito utilizza i cookie.